Le Aziende Farmaceutiche hanno fretta di brevettare la Marijuana per uso Medico

Pubblicato: aprile 23, 2013 in Uncategorized
Sembra che uno dei più grandi timori della comunità pro marijuana medica si stia lentamente realizzando, cioè che le case farmaceutiche stanno adottando rapidamente cannabinoidi nella loro stragrande collezione di farmaci brevettati. A guidare la carica è GW Pharmaceuticals (1), una società farmaceutica britannica che produttori Sativex, uno spray orale scandalosamente costoso che si basa su THC e CBD per i suoi effetti medici.Anche se Sativex non è attualmente disponibile per i pazienti negli Stati Uniti, può essere prescritto in Canada, Regno Unito e altri paesi europei, ad un prezzo di £ 175 per bottiglia. Per quanto folle possa sembrare, l’unica differenza tra un 175 £ bottiglia di Sativex e una bottiglia di estratto di marijuana dal dispensario locale $ 20 sono i brevetti che GW Pharma è stato fin troppo veloce per depositare.

Proprio il mese scorso, la più recente richiesta di brevetto di GW Pharma (2) è stato pubblicato con il titolo “fitocannabinoidi nel trattamento del cancro.” E ‘vero, i creatori di Sativex stanno cercando di brevettare i composti di marijuana per il trattamento di tutte le forme di cancro. Ma è anche permesso?

Probabilmente no, dal momento che gli effetti anticancro della marijuana medica sono stati ben noto fin dagli anni ’70, per non parlare di portavoce di primo piano del movimento, come ad esempio Rick Simpson, che hanno fornito testimonianze personali di capacità della marijuana per curare il cancro. Di conseguenza, è improbabile che un brevetto sarebbe stato concesso sulla marijuana medica stessa o estratti di comuni, come l’olio di canapa.

Ancora oggi, le aziende farmaceutiche sono ben consapevoli delle lacune nelle leggi sui brevetti che possono essere facilmente sfruttati modificando leggermente una sostanza chimica o una formula, che è ciò che sembra essere il caso di GW Pharma. Nel loro brevetto più recente, GW Pharma doveva fare di tutto per rivendicare i diritti esclusivi per gli effetti anticancro della cannabis, il suo espediente è stato quello di chiamare una “sostanza droga botanica”, che essi definiscono come una miscela di cannabinoidi e di materiali non-cannabinoidi. Come risultato, GW potrebbe essere solo in mano il biglietto d’oro per una cura d’avanguardia per il cancro, qualcosa che ha eluso la ricerca medica per decenni.

Liberamente tradotto dall’originale, che trovate al seguente link:
http://www.thcfinder.com/marijuana-blog/medical-marijuana/2013/04/pharmaceutical-companies-rush-to-patent-medical-marijuana

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...