Petardi costituzionali e giornalismo del potere…

Pubblicato: settembre 19, 2013 in Uncategorized

Reminescenze notturne dell’insonne…
Ho letto un articolo dove si parla di petardi in possesso di un paio di NoTAV, a parte che o si dice ordigni esplosivi oppure si dice petardi, ma i petardi sono quelli che vendono ai bambini per le feste, come ad esempio il prossimo Halloween…
Sinceramente avrei gradito una foto degli esplosivi e non la dichiarazione che da prove effettuate potrebbero uccidere, perchè da prove effettuabili anche un bicchiere d’acqua od una nocciolina sono potenzialmente micidiali per una persona…
Ma ormai l’importante è dire che i NoTAV sono dei terroristi e pare che vada bene così!
Io sono un simpatizzante NoTAV, ma non ho mai partecipato a nessuna loro manifestazione, anche per mera codardia, anche perchè ho notato che ormai alle manifestazioni, di qualsiasi tipo siano, basta, appunto, un petardo e ti smazzuolano di manganellate dopo averti gasato a dovere.
Mi scuso ma io non mi sento affatto un terrorista se vado a Roma col sindacato a rivendicare i miei diritti e sapere che posso essere picchiato solo perchè nel posto sbagliato al momento sbagliato mi fa abbastanza pensare…
Ma torniamo ai petardi, ricordo che in alcuni articoli sono state descritte come armi di distruzione di massa, caschetti e maschere antigas…
A parte che sono strumenti meramente difensivi, ricordo che all’ultima manifestazione a cui ho partecipato avevo pure io nello zaino un berretto antiinforunistica corrazzato ed una mascera antigas leggera, ma era solo perchè se mi fossi trovato in una brutta situazione magari riuscivo ad uscirne senza farmi spaccare la testa o rovinare i polmoni da un gas virtualmente vietato da varie convenzioni… alla faccia di Assad… non è andata meglio ad un collega di comitiva che si è beccato una manganellata anche se nulla di strano aveva fatto.
Alla fine ho tenuto la maschera nello zaino e mi sono ciucciato il gas perchè ho capito che metterla mi portava in automatico dalla parte del torto, io poi ero armato pure di una pericolosissima reflex, capace di immortalare le scene di ordinaria follia di una carica della polizia… usare la maschera mi avrebbe trasformato subito in bersaglio/terrorista, invece del semplice cittadino che sono.
Ma ho notato che la polizia non si è mossa quando qualche teppista ha fatto del casino, salvo poi comparire a mazzuolare gli altri appena i teppisti si sono dileguati, copione ormai collaudato, come ormai è assodato che spesso i facinorosi sono mandati apposta per rovinarla la manifestazione PACIFICA.
Io non amo la violenza e so che ben pochi NoTAV la amano, da quanto vedo su FB le loro armi migliori sono l’ironia e l’informazione, oltre alla cocciutaggine di chi sa di perdere tutto le lo scempio in valle fosse compiuto.
Comunque o si parla di ordigni o di petardi e comincio a stufarmi dell’informazione che trasforma fionde in catapulte e cerotti in armi chimiche.

Giornalisti abbiate un moto di orgoglio e smettetela di fare i leccaculo del potere, per favore.
Per il resto chi vuole raggiungere i suoi scopi con la forza bruta per me è un delinquente, sia che sia qualche invasato che si crede NoTAV, sia che siano gli USA e compagnia briscola.
La nostra costituzione ripudia la guerra (art. 11) e fa carico ad ogni cittadino di difendere i propri diritti costituzionali (art. 52), ovviamente senza infrangere la legge, a meno che anche questa violi la costituzione, ovviamente.
Ma qui si può scivolare e cadere nelle grinfie di quel nano che le leggi le ha stravolte a suo uso e consumo, sovvertendo il concetto di cosa è legale e cosa è giusto.
Questo non giustifica la violenza, ma di certo giustifica la rivendicazione dei propri diritti, perchè spetta noi che la Costituzione venga rispettata ed attuata e finchè non lo pretendiamo a chiara voce, continueranno a fare finta che non esista o che sia carta straccia.
Il problema è che ormai la sovranità nazionale sta scomparendo senza che nemmeno ve lo abbiano detto, lasciandovi credere che vivete in democrazia…
La democrazia ce la siamo giocata con Mussolini e dopo di allora ci siamo solo illusi di averla riconquistata, in un gioco di specchi per farci pensare di contare qualcosa.
Ma qualcosa possiamo contare, visto che per rendere l’inganno credibile ci hanno fornito di una splendida carta costituzionale, ma d’altronde anche quella USA è bella e pure li spesso disattesa…
Riprendiamoci le nostre prerogative costituzionali soprattutto spiegandoci a vicenda che esistono, quando saremo sufficientemente informati, ai nostri despoti ( e non parlo dei burattini in parlamento…) non rimarrà che ritirarsi o rendere palese la dittatura mascherata, ma almeno a quel punto si potrà giocare a carte scoperte!

Immagine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...