Archivio per la categoria ‘Uncategorized’

Draghi con le mani nel sacco: ecco perché l’euro è una truffa.

Annunci

Pianetablunews provvisorio

Foto Mazzantini

di
Umberto Mazzantini

Alimenti killerPresentando la ricerca “Five Foods That Are Killing the Planet” (i cinque alimenti che stanno uccidendo il pianeta) di Sierra Club, la più grande e diffusa associazione ambientalista americana, Avital Andrews avverte: «Smettete subito di leggere se non potete vivere senza Quarter Pounders (hamburger), dolci confezionati o costoso sushi »
 

View original post 856 altre parole

Figli di Troika!

Pubblicato: gennaio 14, 2014 in Uncategorized
Ogni tanto mi tocca censurarmi; a volte succede che cominci a parlare con la gente dei vantaggi dell’uscita dall’euro e capisci che ormai per loro il lavaggio del cervello è pesante, penso non irreversibile, ma pesante.

Comunque capiamoci: se fosse possibile, l’ideale sarebbe che la BCE diventasse pubblica, che l’euro finisse per servire gli stati e non il contrario, come ora!

Insomma, bisogna che si cominci a stampare moneta e finanziare la ripresa e non le banche, ma non è la direzione dei nostri egoarchi multinazionali vogliono prendere…

OHHHHHH, ma stampare a manetta!

A questi bei tomi fa molto comodo trasformare il continente in un continente di schiavi malpagati, ma ammalati di consumo!

Certo, 30 anni a insegnarci che consumare è bello, che si può diventare ricchi dal nulla ( ok devi avere il babbo bancario e portare in Sfizzera qualche valigia di soldi sporchi, ma sono quisquilie…), che il denaro “è” la felicità e poi non diventa complicato capire come mai la gente si spara se la sicurezza economica gli viene a mancare; gli crollano decenni di 92110 e Beautiful…

D’altronde spiegare alla gente che le torri gemelle le hanno minate i servizi segreti per dare il via all’invasione di Iraq ed Afganista, è decisamente troppo!

Spiegare che Ciampi, Prodi ed Amato lavoravano per gli egoarchi di cui sopra, che nel 92 sono passati sul panfilo reale britannico Britannia in Italia a fare accordi per futuri acquisti di asset nazionali è inconcepibile! ” questa è troppo grossa!”

A proposito nessuno ha ancora spiegato cosa ci facesse Grillo sul Britannia 22 anni fa…

Bhe se si parte dall’idea che il Grillo nazionale non sia il rivoluzionario populista che ci fanno credere, ma un solido fratello massone, che porta avanti i programmi dei Figli di Troika, creando la valvola di sfogo, cioè l’idea che col suo movimento si cambino le cose, mentre lui è lì per mantenere lo status quo, magari ribaltando pure i burattini, ma non intaccando i burattinai!

Bonus pack, milioni di euro dai blog pagati dagli afcitionados e dai giornalisti che lo vanno a seguire come segugi…

O credete che il blog più seguito al mondo guadagni poco e li spenda tutti per la gestione, visto che è farcito di reclame (ADV) come un tacchino per il ringraziamento ( od un cappone a Natale, se preferite), beati voi che credete ancora a Grillo Natale!

Ma torniamo a noi!

E se l’euro non cambia? Bhe allora si torna alla lira, ma senza referendum, che in questo paese di creduloni ed aspiranti berlusca, che se hanno 2000€ di BOT si credono la Goldman Sachs, potrebbero pure vincere quanti nell'(n)euro, ci vogliono rimanere, convinti che se si svaluta la moneta i loro Bot si disperdano…

Certo, chi ha un mutuo con una banca straniera, non godrà giorni sereni, ma gli economisti ci spiegano che se la cosa viene fatta con un minimo di programmazione non ci sarebbe assalto alle banche e nemmeno distruzione di risparmi e mutui.

A parte che l’assalto alle banche chi danneggia? ahhhh le banche!

Scusate ma se fino ad ora sono state le banche a danneggiare noi, che ci frega se poi pagano loro?

Comunque basta organizzarsi e nemmeno questo succede!

Proprio in questi giorni leggevo che col cambio a 1,36 col dollaro, noi boccheggiamo con le esportazioni, mentre la Germania può resistere fino al cambio di 1,76…

Ma dare la colpa alla Germania è riduttivo, io ritengo che i colpevoli siano sovranazionali e sovracontinentali e stanno biecamente sfruttando l’egoismo tedesco.

In realtà anche lì le cose non stanno benissimo e le condizioni di lavoro e di reddito calano di giorno in giorno.

Siamo tutti nella stessa barca, per questo sarebbe più semplice stampare euro e svalutare, agevolerebbe anche la Germania, solo che adesso siamo noi, i suoi maggiori competitor, a boccheggiare!

Per ora però le industri tedesche vengono a fare acquisti da noi e si comprano gli ex concorrenti, li studiano, li cannibalizzano e poi o li chiudono o li delocalizzano, tanto a noi poi tocca correrci dietro ad insegnare agli indigeni per non perdere il posto di lavoro…

In realtà l’italia, pare sia il paese che potrebbe uscire dall’euro con meno contraccolpi, lo dicono tanti economisti premio Nobel, mica io; ma tutti i TG ci spiegano che sarebbe un disastro per le vecchine col libretto in posta…

Quello che nessuno dice è che il FMI (Fondo Monetario Internazionale, organizzazione non governativa di strozzini legalizzati il cui compito è quello di piegare le economie mondiali a desideri di più ampio respiro…) ha già avanzato ipotesi di prelievi forzosi sui risparmi di tutti dal 10% a tutto, perciò se avete dei risprami sappiate che probabilmente ve li inculano in tutti i casi.

La differenza è che se cambia l’euro, o se ne usciamo, poi lavorando sulla svalutazione ( che diventa competitiva…), si può rilanciare l’esportazione, visto che i nostri beni, all’estero, costerebbero meno e di conseguenza venderemmo molto di più.

Unico neo l’importazione, ma per questo basterebbe smettere di esportare cervelli e poi vedrete che decolliamo da fermi!

Scommetto che sapremmo ricavare l’acciaio dall’aria inquinata, se ne avessimo bisogno.

In effetti l’idea che riciclare è inutile è uno dei disastri maggiori di questo tempo, me ne accorgo su me stesso, mica sono immune al consumismo, ma sto cercando di guarire.

La crisi mi sta dando una bella mano, non c’è trippa per gatti e se continua così cominceranno a sparire pure i gatti, soprattutto sotto le feste…

E non saranno gli omnicolpevoli cinesi a papparseli, ma noi, redivivi vicentini magnagatti, che abbiamo censurato il povero Bigazzi che ha osato spiegare in tv come si cucinavano in tempo di guerra, quando se magnavano pure li topi… (senza offesa per i vicentini, ovviamente).

Io sto cercando di andarmene da questo paese, perchè ormai è chiaro che così non c’è futuro! Ho visto gente fare finta che tutto va bene ed intanto logorarsi i risparmi, è facile vivere nell’illusione, ma le cose non vanno bene!

Non mi è piaciuto il marasma dei forconi, ma capisco la divisione, si sono accorti che c’erano frange persino più pestilenti di quelle ex leghiste o meno che ne formano una parte ed hanno deciso che topi di campagna e ratti di fogna tribolano a coesistere, perciò la divisione mi è sembrata logica.

Ma, come ha detto qualcuno, questi sono gli ex miracolati caduti in disgrazia, per avere una rivoluzione seria, mancano i proletari veri!

Solo che a furia di mazzate e crisi, ormai quelli girano per le stazioni a chiedere l’elemosina, cosa che se continua così finirò per fare pure io!

Vedo che non migliora, non migliora mai… intanto qualcuno ti aiuta e senza volere lo tiri a fondo con te, affogate in due invece di salvarne uno!

Se fossimo brava gente dovremmo dire a chi vuole aiutarci che prima deve aiutare se stesso, ad uscire dall’idea che vada tutto bene, che tutto passerà presto!

Tutto passerà tra qualche anno, quando abbastanza gente sarà disposta a svendersi per poco, allora ci sarà un po’ di ripresa, ma non troppo che poi ci ricordiamo quando stavamo bene e pretendiamo…

Se non cominciamo ad informarci, leggendo di tutto, dalle cose finaziarie alle teorie del complotto, non riusciremo a capirne il senso, ma se leggete, vi informate, pian piano il cervello capisce le cose che combaciano, comincia a fare connessioni fra fatti ed informazioni, insomma pian piano le piccole verità che vengono dette per sbaglio, vi saranno più chiare.

Per il resto sono uno sfigato di mezza età senza lavoro e con troppo tempo libero, per questo leggo, ma anche questo passerà perchè nelle prossime genereazioni non è detto che legere sia indispensabile, anzi per alcuni l’anafabetismo sarà gradito.

Intanto godetevi la squadra del cuore, ma occhio a chinarvi mentre fate la ola!

Ma soprattutto, il governo italiano non sta raschiando il fondo del barile, come pensano molti, ormai lo sta spaccando per farci legna, nella più totale idiozia politica e nel più totale servilismo ai dictat della Troika, che gli dice che la stagione dei saldi è cominciata e si debbono sbrigare ad aprire il negozio!

Ma chissà forse in fondo siamo tutti un po’ figli di Troika!

Nasdarovia!

Image

 

Finalmente si parla di cannabis!

Pubblicato: gennaio 9, 2014 in Uncategorized

Cominciano a fioccare gli articoli contro la legalizzazione della cannabis, peccato che a parlarne siano persone che lavorano per le case farmaceutiche, che dalla cannabis hanno molto da temere, o dei gestori di centri di recupero, che certo non amerebbero vedersi calare i clienti e perciò le sovvenzioni…
Ai politici che si mettono per traverso chiedo se non è per caso che fanno gli interessi delle cosche? no perchè è ormai evidente che la liberalizzazione sarebbe un duro colpo alle cosche e dire, come ha fatto Don Mazzi, che le cosche sono troppo grosse e non le si danneggia in quel modo è fare un bel regalo alle cosche stesse.
Io spero che tutta questa gente sia in buona fede, che parlino per ignoranza o preconcetto, ma ci sono troppi elementi che mi fanno pensare a qualche conflitto d’interesse e gli consiglio di stare attenti, perchè ormai l’informazione sulla cannabis è matura e ci sono tantissimi studi seri e riconosciuti che ne descrivono le qualità e le non pericolosità, al contrario di quello che vorrebbero farci credere.
Negli USA, lo stato federale non ha nessuna voglia di legalizzare la cannabis, troppi interessi a non farlo, compresa la DEA che ormai è una sorta di intelligence a parte e di perdere i suoi poteri non ne ha voglia, ma i cittadini si sono impuntati ed alla fine la stanno vincendo proprio nel paese che la guerra (industriale, ricordiamolo, le colpe della cannabis sono di tipo industriale per la concorrenza che fanno ad altri prodotti…) alla cannabis ha scatenato, fra l’altro in modo subdolo, cambiandole nome, ad esempio, perchè se la gente avesse capito di cosa si parlava non glielo avrebbe permesso, perciò Hemp (cannabis) è diventata Marijuana, che è il nome usato in messico…
Anche voi, quando parleranno di cannabis, THC e altro, cercate sempre di capire se parlano di ricerche sulla pianta o sui suoi derivati, ma anche dei suoi surrogati, visto che ci sono miscugli di erbe, in america, venduti come surrogati della cannabis, che provocano effetti devastanti.
Ma soprattutto, la cannabis sintetica, studiata dalle case farmaceutiche nella speranza di brevettarla e rivenderla con maggiore profitto, è un fallimento, perchè ha molti effetti collaterali che la cannabis normale non ha e crea, questa sì, dipendenza, al contrario di quella naturale che al massimo crea “dipendenza di tipo psicologico”, cioè, visto che ti piace e ti fa star bene, la cerchi spesso… insomma come la cioccolata, le lasagne od il gelato…
Senza contare che la cannabis ed i suoi principi attivi, THC, CBD, CBN, ecc., sono la copia esatta di sostanze che il nostro corpo produce per regolare importanzi funzioni, dall’umore, all’appetito, alle difese immunitarie.
Sappiate che gli antiinfiammatori ed antidolorifici che prendete di solito, debbono copiare il funzionamento del CBD per funzionare, tanto che ho letto un articolo su una ricerca medica, con dei placebo, che diceva che, stimolando i ricettori degli endocannabinoidi dal placebo, ma senza il principio attivo dell’antiinfiammatorio (artificiale), i pazienti avevano comunque sollievo…
Chi ha scritto l’articolo non credo pensasse arrivasse in mano mia ed ha spiegato la cosa senza pensare alla relazione fra i ricettori degli endocannabinoidi e la cannabis, cioè ha confidato nella generale ignoranza sull’argomento!
Informatevi che sul web di materiale in merito ce ne è una valanga, non lasciate che siano gli altri a decidere per voi.Image

Abolire il Senato è una cazzata pazzesca! Non siamo vostri complici..

Post impopolare e senza cuore

Pubblicato: novembre 20, 2013 in Uncategorized

Forest... and surroundings

No. Mi dispiace ma no.

Non voglio donare soldi per “un aiuto subito” alle vittime del nubifragio. Non voglio mandare nessun SMS “solidale” da 2 euro a nessun numero speciale.

E poi mi chiedo, di quei 2 euro che mando con un SMS (maniera estremamente rapida per pulirsi la coscienza e/o sentirsi solidali e utili) quanti arrivano effettivamente a destinazione? C’è una quota trattenuta dall’operatore per il servizio? Ci si paga l’iva? Ci sono altre tasse nascoste? Quanti se ne perdono per strada prima che arrivino effettivamente a chi sono stati destinati?

Non voglio “fare un gesto semplice ma che può cambiare molto”, come tra poco diranno noti esponenti dell’italico actor studio in pubblicità progresso sempre uguali, qualunque sia il tema.

Io voglio, pretendo, esigo, che i soldi delle mie tasse siano usati per prevenire le disgrazie.

Voglio che i soldi delle mie tasse vengano utilizzati per studiare i cambiamenti…

View original post 178 altre parole

Reminescenze notturne dell’insonne…
Ho letto un articolo dove si parla di petardi in possesso di un paio di NoTAV, a parte che o si dice ordigni esplosivi oppure si dice petardi, ma i petardi sono quelli che vendono ai bambini per le feste, come ad esempio il prossimo Halloween…
Sinceramente avrei gradito una foto degli esplosivi e non la dichiarazione che da prove effettuate potrebbero uccidere, perchè da prove effettuabili anche un bicchiere d’acqua od una nocciolina sono potenzialmente micidiali per una persona…
Ma ormai l’importante è dire che i NoTAV sono dei terroristi e pare che vada bene così!
Io sono un simpatizzante NoTAV, ma non ho mai partecipato a nessuna loro manifestazione, anche per mera codardia, anche perchè ho notato che ormai alle manifestazioni, di qualsiasi tipo siano, basta, appunto, un petardo e ti smazzuolano di manganellate dopo averti gasato a dovere.
Mi scuso ma io non mi sento affatto un terrorista se vado a Roma col sindacato a rivendicare i miei diritti e sapere che posso essere picchiato solo perchè nel posto sbagliato al momento sbagliato mi fa abbastanza pensare…
Ma torniamo ai petardi, ricordo che in alcuni articoli sono state descritte come armi di distruzione di massa, caschetti e maschere antigas…
A parte che sono strumenti meramente difensivi, ricordo che all’ultima manifestazione a cui ho partecipato avevo pure io nello zaino un berretto antiinforunistica corrazzato ed una mascera antigas leggera, ma era solo perchè se mi fossi trovato in una brutta situazione magari riuscivo ad uscirne senza farmi spaccare la testa o rovinare i polmoni da un gas virtualmente vietato da varie convenzioni… alla faccia di Assad… non è andata meglio ad un collega di comitiva che si è beccato una manganellata anche se nulla di strano aveva fatto.
Alla fine ho tenuto la maschera nello zaino e mi sono ciucciato il gas perchè ho capito che metterla mi portava in automatico dalla parte del torto, io poi ero armato pure di una pericolosissima reflex, capace di immortalare le scene di ordinaria follia di una carica della polizia… usare la maschera mi avrebbe trasformato subito in bersaglio/terrorista, invece del semplice cittadino che sono.
Ma ho notato che la polizia non si è mossa quando qualche teppista ha fatto del casino, salvo poi comparire a mazzuolare gli altri appena i teppisti si sono dileguati, copione ormai collaudato, come ormai è assodato che spesso i facinorosi sono mandati apposta per rovinarla la manifestazione PACIFICA.
Io non amo la violenza e so che ben pochi NoTAV la amano, da quanto vedo su FB le loro armi migliori sono l’ironia e l’informazione, oltre alla cocciutaggine di chi sa di perdere tutto le lo scempio in valle fosse compiuto.
Comunque o si parla di ordigni o di petardi e comincio a stufarmi dell’informazione che trasforma fionde in catapulte e cerotti in armi chimiche.

Giornalisti abbiate un moto di orgoglio e smettetela di fare i leccaculo del potere, per favore.
Per il resto chi vuole raggiungere i suoi scopi con la forza bruta per me è un delinquente, sia che sia qualche invasato che si crede NoTAV, sia che siano gli USA e compagnia briscola.
La nostra costituzione ripudia la guerra (art. 11) e fa carico ad ogni cittadino di difendere i propri diritti costituzionali (art. 52), ovviamente senza infrangere la legge, a meno che anche questa violi la costituzione, ovviamente.
Ma qui si può scivolare e cadere nelle grinfie di quel nano che le leggi le ha stravolte a suo uso e consumo, sovvertendo il concetto di cosa è legale e cosa è giusto.
Questo non giustifica la violenza, ma di certo giustifica la rivendicazione dei propri diritti, perchè spetta noi che la Costituzione venga rispettata ed attuata e finchè non lo pretendiamo a chiara voce, continueranno a fare finta che non esista o che sia carta straccia.
Il problema è che ormai la sovranità nazionale sta scomparendo senza che nemmeno ve lo abbiano detto, lasciandovi credere che vivete in democrazia…
La democrazia ce la siamo giocata con Mussolini e dopo di allora ci siamo solo illusi di averla riconquistata, in un gioco di specchi per farci pensare di contare qualcosa.
Ma qualcosa possiamo contare, visto che per rendere l’inganno credibile ci hanno fornito di una splendida carta costituzionale, ma d’altronde anche quella USA è bella e pure li spesso disattesa…
Riprendiamoci le nostre prerogative costituzionali soprattutto spiegandoci a vicenda che esistono, quando saremo sufficientemente informati, ai nostri despoti ( e non parlo dei burattini in parlamento…) non rimarrà che ritirarsi o rendere palese la dittatura mascherata, ma almeno a quel punto si potrà giocare a carte scoperte!

Immagine